Restituzione della competenza in materia sanitaria alla Regione Calabria

  • Raffaele Mancini e diretta a Presidenza del Senato e Camera
    • Angelo Arturi ha firmato la petizione 18 giorni fa
    • Sergio D'Alessandro ha firmato la petizione 29 giorni fa
    • Giada Nicolazzo ha firmato la petizione 15 giorni fa
    Firme: 0/10000
  • Al Sig. Presidente del Senato della Repubblica Italiana
    petizioni@senato.it
    Al Sig. Presidente della Camera dei Deputati della Repubblica Italiana

    camera_protcentrale@certcamera.it

    oggetto: richiesta ex art. 50 Costituzione per l'adozione del provvedimento di revoca della procedura di Commissariamento della Sanità in Calabria.

    Con la presente, i sottoscrittori della presente istanza,
    premesso
    - che da oltre un decennio la gestione della Sanità in Calabria é stata sottratta alla competenza della Regione ed avocata dall'Autorità Centrale;
    - che dopo un così lungo periodo di Commissariamento l'unico risultato é stato l'aumento del deficit economico ed il taglio sconsiderato di vari nosocomi sul territorio. a discapito dell'efficienza del sistema sanitario regionale;
    -che la mala gestione commissariale é emersa in maniera dirompente a seguito degli effetti pandemici del Covid 19, tanto che la Calabria, nonostante il numero esiguo di contagi, é stata dichiarata zona rossa, per via della carenza delle strutture sanitarie e dell'assoluta inefficienza dell'azione del Commissario governativo;

    -che l'efficienza delle strutture sanitarie ospedaliere e sul territorio é di gran lunga peggiorata, in ragione della mala gestio dei Commissari che si sono succeduti;
    - che in ragione di ciò é aumentato in maniera esponenziale il fenomeno della migrazione sanitaria e la possibilità concreta per i Calabresi di curarsi in loco;
    -che, ai sensi dell'art. 32 della vigente Costituzione é riconosciuto a tutti i cittadini e, dunque anche ai Calabresi, il diritto alla salute e, di converso, sussiste un preciso obbligo dello Stato a garantire che la Regione sia posta nelle condizioni di assicurare loro tale bene primario;
    - che la decennale gestione commissariale, la quale avrebbe dovuto risanare il disavanzo economico, ha determinato un maggiore indebitamento ed un peggioramento del globale sistema sanitario regionale; -che tali evidenze dimostrano che appare improcrastinabile e necessario restituire immediatamente la competenza della Sanità alla Regione Calabria, previo congelamento del debito maturato sotto la gestione dei Commissari, al fine di garantire l'efficienza delle strutture ospedaliere e della medicina sul territorio e, dunque, di garantire ai Calabresi il diritto alla salute. * * *
    Per i sopra esposti motivi i sottoscritti chiedono alle S.V. Ill.me, ognuna per quanto di competenza, di Voler adottare i provvedimenti opportuni e necessari o, quanto meno, di farsi promotori con rapide iniziative parlamentari, al fine di revocare la procedura di commissariamento della Sanità calabrese e di restituire la relativa competenza alla Regione, previo stralcio e/o congelamento del deficit economico maturato sotto l'incauta gestione dei Commissari.
    Confidando in un Vostro immediato e risolutivo intervento rimaniamo in attesa di conoscere le Vostre determinazioni in merito alla presente richiesta.


     

  • Politica

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.