Basta traffico illecito di cuccioli!

  • Animalandia
    • Om Essaad Sara Marzouk ha firmato la petizione 2 giorni fa
    • Alessandro Zilli ha firmato la petizione 2 giorni fa
    • ANGELO ABATE ha firmato la petizione 5 giorni fa
    Firme: 0/150000
  • La riapertura delle frontiere rispiana anche la strada allo spietato traffico illecito di cuccioli provenienti in particolar modo dall’Est Europa, dalle cosiddette puppy mills.
    Negli ultimi giorni, infatti sono state diverse le operazioni condotte dai Carabinieri che hanno permesso di sventare e salvare decine di cuccioli di razza, stipati in furgoni o portabagagli, senza microchip e strappati alla loro mamma troppo presto per essere commercializzati e venduti a prezzi ridotti neanche fossero capi griffati in saldo.

    Lo scorso 3 giugno, alla vigilia della riapertura, è stato sventato dai Carabinieri Forestali di Lodi un traffico di cuccioli di razza provenienti dall’Ungheria portato avanti da nove cittadini italiani accusati ora di maltrattamento di animali , frode in commercio, falso e ricettazione. Come evince anche dal video diffuso dai Carabinieri e ripreso anche dal Ministro Costa, i 36 cagnolini erano stati stipati nel portabagagli dell’auto, privi di microchip, ancora piccolissimi e destinati ad essere venduti “come italiani” con tanto di documenti contraffatti. (fonte Greenme)

    Gli ignari acquirenti, acquistavano i cuccioli tramite siti internet fidandosi di annunci che recitavano falsamente che i “cuccioli erano nati in casa da genitori visibili”.Tutti di razza, in particolare bulldog francesi, barboncini e chihuahua, che rappresentano le più richieste. 

    Per porre davvero fine a questo scempio, dovremmo far crollare la domanda e smettere di acquistare cuccioli, anche perché i canili sono pieni di di amici pelosi in cerca di una famiglia.

    Chiediamo una raccolta firme per porre fine a questo fenomeno e diffondere il più possibile il messaggio. 
    Con la petizione vogliamo porre fine al traffico illegale di cuccioli, controlli zelanti per tutti i rivenditori, privati e negozi, e la creazione di un sistema di passaporto canino che renda impossibile la vendita non certificata di animali. 


  • Animali

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.