PREVENIAMO ALTRE PANDEMIE!! i Governi e l'Unione Europea devono essere pronti!

  • Prof. Michele Miccoli e diretta a Presidente della Commissione Europea Dr.ssa Ursula Von der Leyen Presidente della Repubblica italiana Dr. Sergio Mattarella Presidente del Consiglio Prof. Giuseppe Conte
    • Ciro De Paolo ha firmato la petizione 22 giorni fa
    • Francesco Quarto ha firmato la petizione 4 giorni fa
    • GIUSEPPE LISINO ha firmato la petizione 12 giorni fa
    Firme: 0/150000

  • Firma per evitare leggerezze che comportino ancora migliaia di vittime in ogni nazione e fallimenti di aziende!!

    E' assolutamente necessario sostenere, senza ritardi, l'approvazione di leggi sia nazionali che comunitarie che impongano l'obbligo di adottare protocolli e misure preventive che consentano azioni immediate e di coordinamento, da attuarsi in casi di possibili reiterazione di episodi di diffusione di gravi malattie virali, indipendentemente dalla loro origine.
    L'attuale pandemia Covid19 ha dimostrato l'impreparazione dei governi e della Comunità Europea, evidenziando le inadeguatezze sia delle politiche emergenziali sia, in particolar modo, sanitarie.

    La presente petizione è indirizzata
    AL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE EUROPEA Dr.ssa Ursula Von der Leyen
    AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Dr. Sergio MATTARELLA
    AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO Prof. Giuseppe CONTE

    Il 17 gennaio scorso il Centro Europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, su segnalazione dell'OMS, attiva l'allerta "moderato" circa il rischio della diffusione in Europa di un virus definito Covid19 le cui origini vengono attribuite alla Cina.

    Il 30 gennaio l'Organizzazione Mondiale della Sanità dichiara ufficialmente che il Covid19 rappresenta un "grave rischio" per la salute pubblica mondiale.

    Il 02 marzo, il Centro Europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie alza il livello di allerta Virus da "moderato" a "elevato".
    In data 11 marzo, l' OMS dichiara testualmente "abbiamo valutato che Covid19 puo' essere caratterizzato come una pandemia".
    In questi giorni risulterebbe che l'OMS era a conoscenza dell'esistenza di un pericolo di contagio già nella seconda metà del mese di dicembre e, verosimilmente, attribuibile ad un grave errore commesso in un laboratorio di ricerca già il 2 dicembre stesso.
    Ad altri il compito di accertare le effettive responsabilità.
    Qualificati esperti sostengono inoltre che, purtroppo, in autunno potremmo aspettarci una seconda ondata di epidemia Covid19.
    Se in alcuni Stati ci sono stati più morti rispetto ad altri è perché non è stata attuata adeguata prevenzione e le decisioni sono state prese o in modo tardivo o in modo sbagliato senza una linea di comando ben definita ed unica che coordini tutti i soggetti interessati ad intervenire, venendo a mancare anche direttive chiare e tempestive della stessa Commissione Europea.
    E' assolutamente necessario che l’Italia e tutti i governi Europei adottino norme che prevedano e/o garantiscano :
    1} misure preventive adeguate che possano allertare ed affrontare tempestivamente eventuali diffusioni di gravi malattie virali.
    2) Protocolli chiari ed univoci che consentano azioni immediate da attuarsi al manifestarsi di episodi di diffusione di malattie virali indipendentemente dalla loro origine, che affrontino, nel dettaglio, anche il coordinamento di tutti i soggetti.
    3) controlli periodici e approfonditi nei laboratori di ricerca biologica rivolti in particolar modo sulle metodologie adottate e sugli studi in corso imponendo il divieto di attuare ricerche che prevedano manipolazioni genetiche, se non in particolari e limitati casi da parte di Istituti universitari accreditati.

    In Italia, esistono sicuramente numerosi protocolli operativi anche riguardanti i i controlli sui laboratori di ricerca, ma, nello specifico, non risulta sia mai stato approvato un protocollo uniforme che affronti dettagliatamente l'argomento principale del COORDINAMENTO fra tutti i soggetti che devono intervenire nell'immediatezza e nei giorni successivi al verificarsi di un evento simile a Covid19.

    La diffusione mondiale del virus ha provocato migliaia di decessi, fallimenti di aziende, sovra indebitamento e aumento del deficit dello Stato Italiano e di molti altri Stati.
    E’ assolutamente necessario e improcrastinabile attuare ogni utile iniziativa al fine di evitare che un evento del genere possa ripresentarsi con un nuovo virus , con la speranza comunque, di poter sconfiggere quello attuale!

  • Diritti

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.