Aboliamo la SOSPENSIONE dall'esercizio della professione per motivi ECONOMICI. Un ASSURDO ABUSO DI POTERE .

  • Giuseppe Pino ESPOSITO e diretta a Al Presidente della Repubblica garante e custode della Costituzione, alla Presidenza del Consiglio, al Ministro del lavoro.
    • Flavia Vittoria ha firmato la petizione un giorno fa
    • Giuseppe ESPOSITO ha firmato la petizione un giorno fa
    • Pierpaolo Cavaliero ha firmato la petizione 5 giorni fa
    Firme: 0/150000
  • Le libere professioni (libere solo in teoria) già tartassate da politiche fiscali da millennio scorso, si trovano a dover fronteggiare già da tempo, anzi combattere inutilmente, lo STRAPOTERE degli ordini professionali interessati solo a fare cassa. Le SOSPENSIONI per motivi ECONOMICI (non disciplinari) rappresentano un vero stupro della vita e della dignità di un professionista. Questa "facoltà" permette agli ordini professionali, grazie a leggi obsolete quanto profondamente incostituzionali, di fermare la vita di un individuo, al pari di una interdizione dai pubblici uffici derivabili da gravissimo delitto. Fermiamo questo scempio istituzionale, che viola i più elementari diritti dell'individuo, del lavoro, della dignità oltre che giuridici, di disparità, di costituzionalità.

  • Diritti

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.