Bando totale della vendita di pipistrelli a uso alimentare

  • Tore Rodi
    • Lucilla Anselmo ha firmato la petizione 10 giorni fa
    • Marco Beato ha firmato la petizione 14 giorni fa
    • Federica De Luca ha firmato la petizione 14 giorni fa
    Firme: 0/150000
  • Molti ricercatori ritengono sia successo anche per il nuovo coronavirus: il contatto diretto tra uomo e animali selvatici è una delle principali cause dell’emergenza.

    Malattie come la SARS, la MERS, l’influenza suina, Nipah, l’AIDS ed Ebola hanno avuto questa origine.


    In molti paesi orientali e non solo esistono luoghi dove tale contatto è amplificato, e costante: i cosiddetti wet market, mercati resi appunto umidi dal sangue e dalle interiora degli animali che lì vengono macellati, perché questo viene considerato un valore aggiunto, e una garanzia di freschezza della carne venduta.


    I pipistrelli, tra gli altri, sono venduti e macellati spesso illegalmente sia per scopi alimentari sia perché forniscono ingredienti per le medicine tradizionali.


    Nel caso della SARS è accertato che sia passata da un pipistrello a un piccolo mammifero venduto.


    Nel caso del Covid-19, anche se mancano le prove definitive, diversi studi hanno ricostruito la catena di eventi: il virus sarebbe passato da un pipistrello ai pangolini, animali minacciati di estinzione, ma egualmente venduti come prelibatezze al mercato di Wuhan, famoso in tutta la Cina proprio per le sue stranezze alimentari esotiche.


    E non c’è solo la Cina: Thailandia, l’India e il Vietnam, e diversi paesi africani.


    Per questo invochiamo il BANDO GLOBALE della vendita di pipistrelli e animali selvatici dai mercati.

  • Animali

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.