Cambiamo la legge sullo stalking! firma la petizione!

  • Marco Rossi e diretta a Parlamento
  • Firme: 0/500000
  • Salvare la vita alle donne vittime di violenza si può.
    Troppe le donne che, nonostante le ripetute denunce di atti di violenza nei propri confronti, vengono assassinate da coloro dai quali la Giustizia avrebbe dovuto proteggerle.
    Parliamo di atti persecutori che riguardano oltre 13mila persone, (solo nel 2016), con una crescita del 45%.

    La proposta è apportare correttivi all’art. 612 bis del codice penale che disciplina e punisce gli atti persecutori.
    La proposta prevede tra le novità più sostanziali: l’inserimento dello stalking tra i reati per cui si applica in automatico la custodia cautelare in carcere col sistema della “doppia presunzione”, sistema già adottato per altre fattispecie delittuose come l’omicidio; maggiore tutela delle vittime durante la fase amministrativa e in tutte le fasi del procedimento penale, anche mediante l’incremento degli obblighi di informazione e l’introduzione di nuove forme di audizione sia presso strutture specializzate, sia nell’abitazione della vittima; lo snellimento della burocrazia nella presa in carico da parte degli uffici preposti; l’assistenza linguistica e traduzione degli atti nel caso di difficoltà di comprensione (e possibilità di impugnare eventuali dinieghi); una migliore accoglienza della vittima nei primi approcci; la codificazione di una presunzione sulla vulnerabilità della persona offesa; l’obbligatorietà da parte del giudice di dichiarare la provvisionale già col provvedimento definitorio di primo grado.

    L’obiettivo è di raccogliere le 500.000 firme necessarie a presentare il progetto al Parlamento.

  • Criminalità

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.