Che diventi reato bollire vivi i crostacei!

  • Dott. Massimiliano Guerrini e diretta a Presidente del Consiglio dei ministri, ministro della salute, presidenti di regione.
    • Isabella Odoardi ha firmato la petizione 2 giorni fa
    • Isabella Aquila ha firmato la petizione 19 giorni fa
    • Anna Maria Franch ha firmato la petizione 26 giorni fa
    Firme: 0/150000
  • Chi è avvezzo a cucinarli in maniera tradizionale, vale a dire vivi, riporta di agghiaccianti suoni emessi ad altissima frequenza: lancinanti lamenti di dolore.
    In un recente testo di un decreto legge svizzero si sancisce che «la pratica di calare vivi i crostacei nell'acqua in ebollizione, ad esempio, comune nella ristorazione, non sarà più consentita».
    Tra le alternative per una morte dignitosa, secondo le autorità federali elvetiche, è menzionato l'elettroshock; i crostacei non bolliranno più se in vita, ma saranno elettrificati tramite «CrustaStun», un dispositivo che conduce a morte certa l'animale in meno di dieci secondi.
    Non si tratta comunque dell'unica misura in loro difesa: nella Confederazione ne è espressamente vietato il trasporto e il mantenimento su ghiaccio, o metodo equivalente. Il trasporto dovrà effettuarsi esclusivamente «nel loro ambiente naturale».


    Se l'Italia, o quantomeno alcune regioni virtuose, vorrà/vorranno distinguersi sotto il profilo etico-morale, piuttosto che giustificare un'abominevole tortura tutti gli effetti, dovrà/dovranno necessariamente adeguarsi a una risoluzione di eguale tenore.

  • Animali

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.