Fermiamo la follia di trump: disboscare la foresta pluviale

  • Sebastiano Amitrano e diretta a Donald Trump
    • Stefano Di Bernardo ha firmato la petizione 8 giorni fa
    • Raffaele Marchesano ha firmato la petizione 13 giorni fa
    • Gian Carlo Galli ha firmato la petizione 4 giorni fa
    Firme: 0/10000
  • Come se non bastassero già gli incendi, l’ultima follia del presidente americano Donald Trump è cancellare le restrizioni sul taglio e il trasporto del legname imposte 20 anni fa realizzate per proteggere la Tongass National Forest, la maggiore foresta degli Stati Uniti e la sola foresta pluviale temperata intatta del mondo.

    Dopo aver ipotizzato l’acquisto della Groenlandia, Trump adesso ha puntato il sud-est dell’Alaska che ospita l’immensa foresta pluviale. Il presidente vorrebbe far disboscare la foresta per dare spazio a progetti energetici e attività minerarie.

    Trump avrebbe chiesto anche di eliminare il divieto di costruzione di nuove strade nel territorio, tutti limiti imposti dall’ultima amministrazione Clinton per salvaguardare il patrimonio boschivo della Tongass National Forest.

    Così mentre numerosi incendi bruciano l’Amazzonia, anche un’altra foresta potrebbe essere a rischio. La sua proposta metterebbe in discussione ciò che finora è stato fatto per tutelare questo polmone verde.

    La Tongass è la più grande foresta pluviale temperata intatta del mondo e da tempo lotta contro i tentativi di disboscamento. Nel 2016 era stato messo a punto un piano per eliminare gradualmente il disboscamento della vecchia crescita nel Tongass entro un decennio e all’epoca il Congresso aveva stabilito che circa 5,7 milioni di acri di foresta selvaggia dovessero rimanere non sviluppati.

    Se il piano di Trump riuscisse i provvedimenti riguarderebbero circa 10 milioni di acri dei 16,7 milioni totali della foresta.

    Da solo sono un semplice cittadino del mondo, se invece siamo tanti possiamo far sentire la nostra voce al presidente americano, la Terra è un bene di tutti!

  • Firma questa petizione
  • Ecologia

Informativa
Noi utilizziamo cookie o altri strumenti per finalità tecniche e, previo il tuo consenso, anche cookie o altri strumenti di tracciamento, anche di terze parti, per altre finalità (“interazioni e funzionalità semplici”, “miglioramento dell'esperienza”, “misurazione” e “targeting e pubblicità”) come specificato nella cookie policy.

Per quanto riguarda la pubblicità, noi e terze parti selezionate, potremmo trattare dati personali come i tuoi dati di utilizzo, per le seguenti finalità pubblicitarie: annunci e contenuti personalizzati, valutazione degli annunci e del contenuto.

Per selezionare in modo analitico soltanto alcune finalità è possibile cliccare su “Personalizza”.

Chiudendo questo banner tramite l’apposito comando “Continua senza accettare” continuerai la navigazione del sito in assenza di cookie o altri strumenti di tracciamento diversi da quelli tecnici.