Il cielo oscurato da milioni di locuste: emergenza biblica!

  • Giacinto Saltalamacchia
    • Nicola Damico ha firmato la petizione 9 giorni fa
    • Anna Caruso ha firmato la petizione 13 giorni fa
    • Vincenzo Landolfi ha firmato la petizione 25 giorni fa
    Firme: 0/150000
  • Gli sciami hanno raggiunto dimensioni impressionanti, sono già arrivati in Kenya lungo una rotta migratoria che spinge gli insetti a cercare cibo, divorando decine di migliaia di ettari di colture e pascoli.

    In ginocchio le forniture alimentari per le città, e le comunità agricole. Inoltre il conflitto che da anni imperversa in molte parti della Somalia rende impossibile sorvolare le aree infestate per irrorare insetticidi.

    Secondo l'agenzia Onu è lecito attendersi una crisi umanitaria di vaste proporzioni in Kenya, Etiopia e Somalia.

    Se non verranno adottate misure adeguate, entro il mese di giugno il numero degli insetti divoratori potrebbe aumentare di 500 volte.

    Gli sciami contengono un numero indicibili di locuste — centinaia di milioni — in grado di percorrere quotidianamente 150 chilometri, nel loro irrefrenabile impulso a mangiare e a riprodursi. In un giorno una cavalletta divora una quantità di cibo pari al proprio peso, circa due grammi. Uno sciame di un chilometro quadrato di estensione contiene circa 40 milioni di insetti, e può consumare in un giorno la stessa quantità di cibo di circa 35 mila persone.

    Una cosa è certa: occorre trovare settanta milioni di dollari, ha dichiarato il direttore generale della Fao, per sostenere con urgenza sia le operazioni di controllo che quelle di protezione dei mezzi di sussistenza nei tre paesi più colpiti del Corno d’Africa. Una solidarietà che non può essere disattesa dal consesso delle nazioni, rispondente pienamente ai dettami del Vangelo e in linea con il magistero sociale di Papa Francesco in riferimento alla Casa comune.


    FIRMIAMO PER CHIEDERE AI GOVERNI CHE PER MILLENNI HANNO SFRUTTATO LA TERRA AFRICANA DI PRENDERSI CARICO DEL PROBLEMA CON LA MASSIMA URGENZA

  • Ecologia

Per assicurare una ottimale navigazione ed altri servizi offerti, questo sito è predisposto per consentire l'utilizzo di Cookies. Continuando si accettano i Cookies secondo l'informativa consultabile a questo link.